GiveAway: l’app che permette di ridare vita agli oggetti in disuso, cercando e regalando l’usato

Esiste un movimento mondiale, sconosciuto ai più, che nel giro di 10 anni ci permetterà di rendere il mondo più sostenibile, grazie al riuso e al riciclo degli oggetti. Oggi guardavo un video del TED, in cui Chris Anderson intervista Elon Musk: per chi non lo conoscesse, è l’imprenditore che sta dietro Testa Motors, SpaceX, Paypal, e tanti altri progetti che hanno e stanno rivoluzionando il mondo, sotto molti punti di vista.

Una delle domande a cui Elon Musk risponde e che mi ha particolarmente colpito per la risposta è:

Chris Anderson: Elon, che tipo di folle sogno ti ha convinto a pensare di provare a sfidare l’industria dell’auto e costruire un’auto completamente elettrica?

Elon Musk:Beh, risale a quando ero all’università. Pensavo a quali fossero i problemi che molto probabilmente avrebbero influito sul futuro del mondo o sul futuro dell’umanità. Credo che sia estremamente importante avere trasporti sostenibili e produzione di energia sostenibile. Quel problema generale dell’energia sostenibile è il più grande problema che dobbiamo risolvere in questo secolo, indipendentemente dai problemi ambientali. Di fatto, anche se produrre CO2 fosse positivo per l’ambiente, considerando che gli idrocarburi finiranno, dobbiamo trovare mezzi sostenibili di operare.

Fino a qui nulla di nuovo, sono cose che tutti sanno, ma sul quale noi tutti sorvoliamo e non ci interroghiamo, pensando che prima o poi qualcuno risolverà il problema per noi.

Dal punto di vista degli oggetti, i materiali quali metallo e plastica hanno bisogno di combustibile per essere lavorati, e se il combustibile viene a mancare, capite bene che si crea un problema non da poco. Perché compriamo, senza che ci sia un reale e indispensabile bisogno? La risposta a questa domanda è “comfort”.

Perché compri un auto quando puoi utilizzare i mezzi pubblici? Perché compri l’acqua in bottiglia quando puoi filtrare l’acqua che arriva comodamente nella tua casa? Perché possiedi 3-4 tv, quando di fatto ne utilizzerai una per volta? La risposta è comfort. Preferiamo pagare piuttosto che ottenere lo stesso risultato, gratis, e senza costi per l’ambiente.

Dobbiamo trovare mezzi sostenibili di operare, di cooperare e rendere tutto più trasparente per l’ambiente.

In IQUII, abbiamo sviluppato un’app, GiveAway, che aiuterà le persone a fare questo, ovvero dare nuova vita ai beni che non usiamo più, piuttosto che gettarli nella pattumiera, con uno sforzo ancora minore rispetto ad andare noi, fisicamente, a gettarli. Miglioriamo il comfort delle persone, con il minor sforzo. Come è possibile tutto questo? Dando la possibilità alle persone di venire a ritirare dove più ti viene comodo un oggetto (regalo) che stai dando via.

Se hai un oggetto che non utilizzi più e di cui ti vuoi sbarazzare, basta inserirlo su GiveAway  (40 secondi per completare l’intera procedura), dopodiché qualcuno interessato all’annuncio verrà direttamente dove vuoi tu per venirlo a prendere. Chi viene a ritirarlo darà nuova vita a quell’oggetto e se ne prenderà cura per gli anni a venire.

La gente butta via gli oggetti perché il magazzino costa troppo, perché in casa non c’è più spazio o perché un oggetto è diventato troppo vecchio e va rimpiazzato.

La gioia che nasce dal creare nuovamente valore da qualcosa di vecchio, è impagabile. Contribuiamo in questo modo a migliorare la vita di altre persone che magari quell’oggetto lo desiderano ma non possono permetterselo. Il processo diventa uno schiaffo alla crisi economica e, ironicamente, anche alla delinquenza.

Il processo si compone di sole due fasi:

  1. Hai qualcosa di cui vuoi sbarazzarti, e magari hai anche fretta. Scarichi l’applicazione di GiveAway, dopodiché pubblichi un annuncio.
  2. Qualcuno interessato all’oggetto (e fidati, c’è sempre qualcuno che è alla ricerca proprio dell’oggetto che stai dando via), ti contatterà e ti chiederà qual’è il posto più comodo per te per venirlo a ritirare. Può essere in ufficio, in piazza, o sotto casa tua. Sarà compito della persona che si è prenotata, venirlo a ritirare. Tu non dovrai muovere un dito.

Sono veramente fiducioso sul fatto che le persone utilizzeranno GiveAway per potersi sbarazzare degli oggetti che altrimenti getterebbero. E’ un grande aiuto per se stessi, che può migliorare la comunità in cui si vive. L’applicazione funziona tramite geolocalizzazione, quindi è possibile visionare con facilità tutti gli oggetti attorno a se utilizzando la mappa messa a disposizione all’interno dell’app.

L’applicazione è gratuita, e per il momento è disponibile la versione iOS, già scaricabile da App Store. Contiamo presto di poter pubblicare anche la versione Android. Stay Tuned

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *